L’alimentazione naturale di Valdo Vaccaro

E’ un periodo di straordinario cambiamento. Se riusciamo a dare la corretta interpretazione a quello che ci sta accadendo attorno, potremo rilanciare la nostra vita e vivere meglio.

Tutto ciò che ci appare come crisi, in termini economici, sociali ed etici, deve essere da stimolo per un rinnovamento. Stile di vita. Lavoro. Denaro. Sentimenti. Salute e benessere. Se l’informazione quotidiana mette in scena l’apocalisse della nostra società, noi dobbiamo essere già proiettati verso un nuovo modo d’intendere l’esistenza umana.

Mai come oggi abbiamo gli strumenti per farlo. Da un lato la tecnologia, dall’altro la nuova frontiera della comunicazione. Al centro deve esserci l’uomo. La ricerca dello stare bene. La consapevolezza che si può stare meglio.

Uno degli elementi che ci possono aiutare in questa ricerca è legato all’alimentazione. A parlarne oggi, una persona, che fin da ragazzo ha iniziato un suo percorso di igienismo naturale o per meglio dire di scienza etico-salutistica. Il suo nome è Valdo Vaccaro, ha già scritto diversi articoli e libri sul tema, ed è l’autore di un blog che sta ottenendo diversi consensi da parte dei lettori.

E’ stato proprio questo blog, segnalatomi da più persone, a spingermi ad incontrare Valdo. Già perché proprio da questo lavoro online, s’intravede non solo lo spirito di missione di cui l’autore si fa portavoce, ma anche professionalità espositiva e una pubblicazione di contenuti ed interventi, che diventano spunti d’interesse in chi vuol mettere in discussione il proprio approccio alimentare.

Valdo Vaccaro è un vegano, tendenzialmente crudista. Il tendenzialmente come lo stesso Valdo mi racconta sta per “il più possibile, secondo le proprie possibilità, cultura, momento”. Valdo parte da un presupposto, il rispetto del proprio corpo e la difesa della nostra salute. Quindi ancora prima di parlare di cibo, parla di armonia. Armonia con la natura. Armonia con se stessi.

“… in questa società malata, dove primeggia la falsità in tutti i settori che ci circondano, siamo arrivati ad uno stato di inciviltà, dove spreco e conflitto con la natura sono all’ordine del giorno” e continua puntualizzando la sua voglia d’informare e di confronto “non siamo certamente degli estremisti… siamo per una rivoluzione pacifica, che faccia però da acceleratore ad una decrescita… elemento necessario”.

Valdo nato nella campagna a nord di Udine, porta con sé i ricordi, i profumi e gli odori di chi è cresciuto e vissuto a contatto con la natura. Anche gli aspetti più duri di una tradizione agricola che si avvicinava, fino ad affiancare, un’industria alimentare in pieno decollo. Sono ancora vive in lui le immagini dei vitelli che venivano “accompagnati” al macello. Ma non è stato questo a fargli abdicare la carne. “Non è solo una questione etica”, come mi sottolinea lui “si tratta di volersi bene e rispettare il proprio sistema gastro-intestinale… siamo disegnati per mangiare frutta, ma purtroppo ci hanno indottrinato a mangiare proteine e in particolar modo proteine animali, che non sono adatte al nostro fisico”.

Proprio sul discorso delle proteine Valdo si sofferma “… il nostro è un sangue marcatamente alcalino, ogni grammo di proteina ingerita in più rispetto a quelli che dovrebbero essere i corretti parametri – 11gg per gli infanti e 20 per gli adulti – sono una vera e propria mazzata inflitta al nostro corpo… il bilancio proteico è una spada di Damocle per noi, quello che dobbiamo ricercare invece è il giusto bilancio calorico”.

E’ piacevole sentire con che toni Valdo, porta avanti le sue discussioni. Sono toni non allarmistici, che vogliono demonizzare un certo tipo di approccio alimentare. Sono piuttosto toni diretti a creare consapevolezza, voglia di provare strade alternative, o come direbbe lui naturali, per un consumo più critico e salutistico.

La copertina del libro Alimentazione Naturale di Valdo Vaccaro

Per fare l’avvocato del diavolo, gli chiedo cosa ne pensa della nostra dieta mediterranea e lui provocatoriamente mi risponde “… è la rovina dell’Italia! Pensare che parmigiano, prosciutto, mortadella e vino siano i testimonial della nostra cultura mi sembra alquanto riduttivo… l’Italia deve ritornare ad essere una culla della cultura, quindi sicuramente c’è di meglio per l’evoluzione del nostro Paese”.

Partendo dal presupposto che saziarsi è facile, mentre introdurre buone calorie nel nostro corpo sembra un’impresa, non mi rimane che chiedere a Valdo in cosa consiste la sua alimentazione “ho l’abitudine di alzarmi presto al mattino, quindi normalmente faccio subito una prima colazione di spremute di arance/agrumi e una banana… dopodichè verso le 7/7.30 una crema di avena con l’aggiunta di semi di sesamo, di girasole, di zucca o di lino… fino alle 13 poi c’è spazio ancora per qualche altro frutto e poi il pranzo, partendo da una buona porzione di verdura cruda di stagione e poi un secondo piatto ad esempio di cavoli e pasta integrale, oppure riso nero con lenticchie o ancora zuppa di fagioli, miglio o grano saraceno… se ho ancora fame me ne vado nel bosco a raccogliere un paio delle mie noci… nel pomeriggio due merende di frutta e alla sera pressoché ripeto il pranzo”.

Ascoltando Valdo viene seriamente voglia di provare a modificare le proprie abitudini alimentari. Mentre descrive cosa mangia, riesce a trasmetterne il gusto e non solo. Mentre parla di un approccio igienista, infonde quella smania positiva diretta a prendersi maggior cura di sé.

“… dobbiamo puntare alla pulizia interna… Louis Kuhne più di cento anni fa è stato un innovatore perché ha sviluppato uno schema sull’importanza della pulizia interna del nostro corpo… il nemico è la proteina, soprattutto quella animale, focalizziamoci su questo… abbiamo gli strumenti per salvarci, per stare meglio, ci vuole però pazienza e un approccio di vita olistico completo

Con questo messaggio positivo, si conclude la nostra chiacchierata con Valdo Vaccaro. Ora se siete curiosi, se avete voglia di confrontarvi con lui, ma soprattutto sentite la necessità di stare meglio con voi stessi e con la natura che vi circonda, non vi rimane altro che navigare all’interno del suo blog. Lì troverete le indicazioni per una corretta alimentazione naturale e non solo.

6 Commenti

  1. adele scrive:

    Ìo gli insegnamenti di Valdo li sto seguendo e devo ammettere di aver visto non pochi risultati!!! :)

    Replica
  2. alima scrive:

    Da un paio d’anni sono vegetariana,da solo un mese sto cercando di praticare i consigli di Valdo e devo dire che i forti dolori che ho avuto per anni,allo stomaco,intestino e pesantezza alle gambe sono scomparsi,una cosa pero’ mi lascia un po cosi:le mie gambe,si sono alleggerite tantissimo,ma spesso sono molto dolenti soprattutto la sinistra,sicuramente non dipenderà dall’alimentazione, un effetto disintossicante?(spero che non sia per l’ennesima patologia).Sto comunque leggendo il suo libro,come già ho fatto con quello della dieta senza muco e sul digiuno.

    Replica
  3. Rosa scrive:

    Da circa quattro mesi seguo i consigli di Valdo Vaccaro, mi è stato fatto il suo nome da un mio amici vegano, io ero molto restia al crederci però devo ammettere che a distanza di pochi mesi ho raggiunto dei risultati sorprendenti di salute. Ho 46 anni, avevo un problema di glicemia con valori di 110 al mattino, che con la dieta prevalentemente vegetariana ed integrale mi hanno portato questo valore ad 82, la mia sorpresa è stata notevole, ma non solo anche i miei fibbromi uterini si somo ridotto di volume, io ho perso 5 kl. mi sento meno gonfia, ed il mio colon che era irritabile è tornato a non darmi più problemi. Io sono felicissima, avendo corretto l’alimentazione io mi sento una nuova persona. Non posso dire che mi è pesato fare questi cambiaminti, compenso facendo degli spuntini con la frutta o verdura cruda di stagine.

    Replica
  4. rossana scrive:

    ciao a tutti io consiglio vivamente di intraprendere uno stile di vita prevalentemente vegetariana o vegana per avere dei benefici a livello di salute fisico mentale ho 49 anni

    Replica
  5. Denis scrive:

    salve,ho comprato il libro ” Alimentazione naturale” . Primo passo. Una curiosità : Di dov’è Valdo ? Sono originario di Branco di Tavagnacco a Nord di Udine . Da ventotto anni vivo a Bologna. Mandi .

    Replica
  6. cinzia scrive:

    Ho letto il libro : “alimentazione naturale” e l’ho trovato interessante ed adatto a tutti. Io sono medico e trovo che le argomentazioni siano convincenti; non mi piace assolutamente l’accanimento, tra l’altro offensivo nei confronti di chi crede, verso le religioni ed in particolar modo contro il cristianesimo. Io trovo che le posizioni non siano inconciliabili e a me il suono delle campane dà gioia, serenità. Non mi piace poi questo erigersi in cattedra ritenendo di aver capito in pieno il piano del Creatore. Capisco e seguo quanto mi è possibile la linea vegana che mi ha dato grossi vantaggi soprattutto dopo un intervento demolitivo addominale per cancro, però,mi domando, se l’uomo non ha maggiore dignità rispetto ad un animale , chi ci dice che l’animale abbia maggiore dignità rispetto ad un animale inferiore ( es.insetti) od a un vegetale? siamo tutti nella stessa barca, è una catena in cui ognuno apporta vantaggio ad un altro e tutti insieme formiamo l’organismo vivente in cui, inevitabilmente, qualcosa deve essere sacrificato. Dobbiamo solo trovare il giusto equilibrio.

    Replica

Lascia un commento

Un progetto ILBETTA ON AIR